Formazione e assistenza tecnica nei controlli non distruttivi
Corsi Controlli non Distruttivi ITR System > Certificazioni e Qualifiche > UNI EN 15628 Qualifica del personale di manutenzione
Print Friendly, PDF & Email

Il principale patrimonio delle aziende è costituito dalle macchine e dagli impianti utilizzati per la produzione di beni e servizi. La progettazione di un piano di manutenzione adeguato  è importante per aumentare la sicurezza, competitività e durata.

Negli ultimi anni la manutenzione è divenuta un processo manageriale che ha un ruolo fondamentale quale strumento  di miglioramento, valutazione dell’integrità, riqualificazione e innovazione. Tutte questa valutazione devono essere sempre fatte in un contesto di sviluppo sostenibile.

Per farci un’idea sui contenuti di questa normativa leggiamo la “Premessa” e “l’Introduzione”

PREMESSA

La presente norma è la versione ufficiale della norma europea EN 15628 (edizione agosto 2014). La norma specifica la qualifica del personale in relazione ai compiti da svolgere nel contesto della manutenzione di impianti, infrastrutture e sistemi di produzione.
Nella presente norma, la manutenzione di impianti ed edifici è inclusa in termini di aspetti tecnici dei servizi.
Essa costituisce una guida per definire le conoscenze, le abilità e le competenze necessarie per la qualifica del personale addetto alla manutenzione.
La norma tratta le seguenti figure professionali nell’organizzazione di manutenzione:
– Tecnico specialista di manutenzione;
– Supervisore dei lavori di manutenzione e/o ingegnere di manutenzione;
– Responsabile della manutenzione (Responsabile del servizio o della funzione manutenzione).
La norma non specifica i criteri di verifica né la formazione specialistica del personale, che è correlata allo specifico settore merceologico.

INTRODUZIONE

A causa della sempre maggior espansione e della crescente complessità delle operazioni di manutenzione nell’industria europea, nei diversi stati membri si sono evoluti profili occupazionali diversi per il personale di manutenzione. La presente norma europea specifica requisiti quali competenze e conoscenze essenziali, oltre a qualifiche base e obiettivo.

SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE

La presente norma europea specifica la qualifica del personale in relazione alle attività da eseguire nel contesto della manutenzione dell’impianto, dell’infrastruttura e dei sistemi di produzione.

Nella presente norma europea, la manutenzione di impianti ed edifici è inclusa in termini di aspetti tecnici dei servizi.

La presente norma europea costituisce una guida per definire le conoscenze, le abilità  e competenze richieste per la qualifica del personale di manutenzione.

La presente norma europea considera le seguenti figure professionali nell’organizzazione della manutenzione:

  • Tecnico specialista di manutenzione
  • Supervisore dei lavori di manutenzione e/o ingegnere di manutenzione
  • Responsabile della manutenzione (Responsabile della funzione o del servizio manutenzione)

La presente norma europea non specifica i criteri di verifica né la formazione specialistica del personale, che è correlata allo specifico settore merceologico.

nota: Specializzazione e professione sono oggetto della formazione effettuata nel settore pertinente.

La norma UNI EN 15628 non specifica i criteri di verifica né la formazione specialistica del personale,

 Alcuni OdG (Organismi di Certificazione) hanno deciso di fare riferimento alla norma UNI EN ISO 9712 come Linea Guida per gli esami di certificazione.

In analogia con il sistema ISO 9712 si è deciso di associare le figure professionali previste dalla UNI EN 15628 a 3 Livelli di certificazione.

Tecnico Specialista di Manutenzione Livello 1 
Supervisore dei lavori di manutenzione e/o ingegnere di manutenzione;Livello 2 
Manager di Manutenzione Livello 3 

 

Competenze del Personale di Manutenzione EN 15628

Tecnico specialista di manutenzione ( Livello 1)

Lo specialista di manutenzione deve possedere forti competenze operative relative al settore di riferimento, agisce in modo indipendente e ha le competenze per eseguire in prima persona o far eseguire le operazioni di manutenzione, siano esse preventive o correttive, rispettando le norme di sicurezza e assicurando la disponibilità di attrezzature e materiali necessarie.

Eseguire o far eseguire i piani di manutenzione secondo le strategie aziendali
Intervenire tempestivamente in caso di guasto o anomalia, assicurando l’efficacia dell’intervento di ripristino  
Operare o far operare secondo le normative e le procedure relative alla sicurezza, alla salute delle persone e alla tutela dell’ambiente.
Assicurare la disponibilità dei materiali, dei mezzi e delle attrezzature necessarie per l’esecuzione delle attività di manutenzione 
Coordinare e/o soprintendere le attività operative di manutenzione 
Eseguire o far eseguire le attività operative di manutenzione in qualità
Utilizzare e far utilizzare i sistemi informativi e gli strumenti tecnologici

 

Supervisore di manutenzione e/o ingegnere di manutenzione ( Livello 2 ) 

Il Supervisore e/o ingegnere di manutenzione deve possedere esplicite connotazioni di carattere tecnico-ingegneristico di pianificazione, organizzazione, controllo e gestione delle risorse umane, dei mezzi e delle attrezzature. Collabora con il Manager di Manutenzione per le attività di monitoraggio e di miglioramento, per la definizione dei piani di manutenzione, il controllo del budget e l’analisi degli scostamenti.

Garantire l’attuazione delle strategie e delle politiche di manutenzione
Pianificare le attività di manutenzione di competenza, definendo e organizzando le risorse necessarie
Organizzare, gestire e sviluppare le risorse di manutenzione: personale, mezzi e attrezzature
Garantire il rispetto delle normative e delle procedure relative alla sicurezza, alla salute e all’ambiente
Controllare l’efficienza e l’efficacia tecnica ed economica delle attività di manutenzione 
Partecipare al processo di gestione dei materiali tecnici e gestire le prestazioni di manutenzione 
Operare nel campo dell’ingegneria di manutenzione, progettando, controllando e migliorando le atività di manutenzione
Utilizzare le conoscenze ingegneristiche e gli strumenti organizzativi per migliorare le attività di manutenzione 

 

Responsabile della manutenzione ( Livello 3 ) 

Il Manager di Manutenzione ha ruoli di tipo direzionale e dirigenziale afferenti a quattro aree fondamentali: di carattere strategico, di supervisione, di tipo tecnico e di tipo organizzativo.

Ha il compito di orientare e gestire la manutenzione coerentemente agli obblighi aziendali, definiti nel piano industriale e operativo,  sulla base degli approcci organizzativi e metodologici più idonei.

Definire e sviluppare le politiche di manutenzione in coerenza con le strategie aziendali
Definire i processi e gli strumenti a supporto della manutenzione 
Definire, gestire e sviluppare il modello organizzativo della manutenzione
Garantire i livelli di disponibilità, affidabilità, sicurezza e qualità richiesti per l’intera vita utile dei beni
Assicurare la corretta gestione e il miglioramento continuo della manutenzione 
Assicurare e controllare il rispetto dei budget e del piano della attività della manutenzione e lo stato dei beni
Definire le strategie, le politiche e i criteri per la gestione delle prestazioni e la definizione del fabbisogno dei materiali di manutenzione