Formazione e assistenza tecnica nei controlli non distruttivi
Corsi Controlli non Distruttivi ITR System > Controlli non distruttivi - Articoli

Controlli non distruttivi – Articoli

Controlli non distruttivi, articoli sulle motodologie di controllo e la difettologia in ambito industriale e civile.

UNI EN 14127 Misurazione dello spessore con ultrasuoni

La misurazione dello spessore è generalmente usata in due ambiti:

  • misurazione dello spessore durante la produzione
  • misurazione dello spessore residuo di un oggetto in esercizio

A seconda dell’occasione potrebbe essere necessario applicare tecniche particolari per l’esecuzione della misura spessimetrica.

 

 

Parametri che influiscono sulla tecnica da utilizzare e la selezione delle sonde per la misura sono:

  • materiali 
  • spessori 
  • geometria 
  • accuratezza della misura

La scelta delle sonde dipende dipende dallo spessore e dal materiale, la frequenza può variare dai 100 kHz ai 50 MHz da materiali molto attenuanti a metalli con spessori sottili.

Nel caso siano utilizzate sonde a doppio cristallo, bisogna considerare la correzione per il V-path

Per gli oggetti curvi il diametro della sonda deve essere significativamente più piccolo del diametro dell’oggetto da misurare.

L’accuratezza della misura dello spessore è dipendente da quanto lo strumento sia accurato nella misura del tempo di volo. Altri parametri di influenza della misura dello spessore sono:

  • La scelta della misura attraverso il gate dell’apparecchiatura, passaggio per lo zero, fianco a fianco, picco a picco 
  • La modalità di misura scelta (Mode 1, Mode 2, Mode 3, Mode 4 – vedi qui l’articolo precedente). Nel caso di misure con echi multipli, la scelta del Mode 3 garantisce un accuratezza migliore del Mode 1 e Mode 2.
  • La frequenza della sonda utilizzata, alte frequenze daranno risultati più accurati 

Spesso la misura dello spessore viene richiesta su un’area del componente, nell’area controllata dovrebbe essere tracciata una griglia (più o meno fitta) in modo da poter identificare le zone sottoposte alla misura dello spessore.

Come precedentemente detto , la misura dello spessore è una misura del tempo di volo dalla quale la misura dello spessore si ricava assumendo una velocità costante attraverso il materiale. In caso questa condizione non sussista l’accuratezza della misura dello spessore è compromessa. 

La norma UNI EN 14127 descrive i principi e le tecniche per il controllo dello spessore di materiali metallici e non metallici. Le misure vengono fatte con la tecnica a contatto attraverso la misura del tempo di volo.

Lo strumento misura il tempo del fascio ultrasonoro necessario a percorrere lo spessore del pezzo una, due o più volte. Lo spessore viene calcolato moltiplicando la velocità degli ultrasuoni all’interno del materiale per il tempo di transito.

Lo spessore del pezzo si calcola moltiplicando la velocità ultrasonora del materiale per il tempo di transito diviso per il numero delle volte che l’impulso transita all’interno del materiale.

La norma individua 4 modalità di misura dello spessore:

MODE 1

Misura del tempo di transito da un impulso iniziale al primo echo di fondo, tenendo conto della correzione dello 0 che è soggetto a variazioni dovute all’usura dello zoccolo in plexiglass e dell’accoppiante usato.

MODE 2

Misura del tempo di transito dalla fine della linea di ritardo al primo echo di fondo (echo singolo con linea di ritardo)

MODE 3

Misura del tempo di transito tra gli echi di fondo (echi multipli)

MODE 4

Misura del tempo di transito di un impulso che viaggia dal trasmettitore al ricevitore in contatto con il fondo dell’oggetto da misurare ( modalità in trasmissione)